Musica

Concerto 10 Giugno 2021

28 mag , 2021  

Vittorio Ceccanti 79JPG

 

 

Programma di sala del concerto del 10 Giugno 2021, ore 20.45
Sala del Beato Enrico
BIANCADE
Johannes Brahms (1833 – 1897)
Sonata in Mi minore Op. 38
Allegro non troppo, Allegretto quasi minuetto, Allegro
César Franck (1822 – 1890)
Sonata in La maggiore per violoncello e pianoforte
Allegretto ben moderato, Allegro – Quasi lento – Tempo I (Allegro), Recitativo/fantasia (Ben moderato –
Largamente – Molto vivace), Allegretto poco mosso

Vittorio Ceccanti, Violoncello
Matteo Fossi, Pianoforte

foto matteo fossi

VITTORIO CECCANTI studia con i tre maggiori violoncellisti della celebre scuola di Rostropovich: Mischa Maisky, David Geringas e per sei anni con Natalia Gutman, laureandosi con la menzione d'onore alla Hochschule für Musik di Stoccarda. Diciassettenne debutta al Musikverein di Vienna con il concerto di Lalo e l'Orchestra della Radio ORF, e al Teatro San Carlo di Napoli con il concerto di Saint-Saëns trasmesso da Rai3. Inizia un’intensa carriera internazionale che lo porta a suonare in Europa, Asia e Americhe.
Seguono i successi come solista al Concertgebouw di Amsterdam, al Festival di Cincinnati, al Festival di Praga, al Teatro Coliseo di Buenos Aires, al Festival di Huddersfield, alle Flanneries Musicales de Reims,
all’Auditorium RSI di Lugano, al Festival Cervantino.
In Italia è solista con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Filarmonica di Torino, la Camerata Strumentale Città di Prato, i Solisti Aquilani, l’Orchestra da Camera Benedetto Marcello, l’Orchestra Sinfonica di Grosseto, l’Orchestra Sinfonica di Pesaro, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli.
Esegue, tra gli altri, i concerti di Schumann, Dvorák, Haydn, Boccherini, Lalo e Saint-Saëns e il Triplo Concerto di Beethoven, con direttori come Pinchas Steinberg, Peter Maxwell Davies, Günter Neuhold, Pier Luigi Urbini, Massimiliano Caldi, Alessandro Pinzauti, Cristian Lupes, Ovidiu Balan, Giuseppe Garbarino, Jong-deok Kim, Jan Wilhelm de Vriend, Federico Maria Sardelli.
Con l’integrale delle sonate di Beethoven debutta alla Bunka Kaikan Recital Hall di Tokyo, alla LG Art Hall e alla Kumho Art Hall di Seoul, e con il Triplo Concerto di Beethoven al prestigiosissimo Seoul Arts Center.
Oltre alla quindicinale collaborazione in duo con Bruno Canino si dedica molto alla musica da camera con importanti musicisti come Maxim Vengerov, Vadim Repin, Franco Petracchi, Ivry Gitlis, Boris Berezovsky,
Michele Campanella, Toby Hofmann, Andrea Lucchesini, Matteo Fossi, Pietro De Maria, Konstantin Bogino.
Dal legame con Sir Georg Solti, che ha seguito con interesse la sua crescita musicale, nasce la passione per la direzione d’orchestra nella quale si perfeziona con Piero Bellugi e con Martyn Brabbins, e debutta con la Scottish Chamber Orchestra con grande successo di critica e di pubblico.
E’ fondatore e direttore del Livorno Music Festival.
Numerose le incisioni discografiche, tra cui l'integrale delle opere per violoncello e pianoforte di Beethoven per EMI CLASSICS, di Chopin e Poulenc per BRILLIANT CLASSICS, di Mendelssohn e di Fauré
per AMADEUS, di Maxwell Davies in tre CD per NAXOS.
Insegnante di violoncello al Conservatorio di Castelfranco Veneto, tiene Master Classes alla Royal Academy of London, alla Cincinnati University e all’Università di Seoul.

MATTEO FOSSI, nato a Firenze nel 1978, ha studiato fin da piccolissimo pianoforte e musica da camera alla Scuola di Musica di Fiesole, diplomandosi con il massimo dei voti. Tra i suoi principali maestri, Tiziano Mealli, Piero Farulli, Maria Tipo, Pier Narciso Masi; dopo il diploma ha frequentato masterclass con Alexander Lonquich, il Trio di Milano, Mstsislav Rostropovich, Maurizio Pollini (all’Accademia Chigiana di Siena). Molto attivo come concertista fin da giovanissimo, è ormai considerato uno dei principali musicisti italiani. Ha affrontato in questi anni tutti gli aspetti della musica da camera, dal duo al sestetto; nel 1995 ha fondato il Quartetto Klimt, uno dei gruppi cameristici italiani di riferimento, e da diversi anni suona in duo pianistico con Marco Gaggini, con cui ha intrapreso la prima registrazione mondiale integrale delle opere per due pianoforti di Brahms, Bartók, Poulenc e Schönberg. Da segnalare le collaborazioni con artisti quali Mario Ancillotti, Luca Benucci, Pier Narciso Masi, Lorenza Borrani, Paolo Carlini, Mario Caroli, Vittorio Ceccanti, Massimo Quarta, Francesco Dillon, Alexander Ivashkin, Suzanne Linke, Othmar Müller, Andrea Nannoni, Moni Ovadia, Antony Pay, il Quartetto Savinio, il Quartetto di Cremona, il Quartetto Adorno, Marco Rogliano, Luciano Tristaino, Cristiano Rossi. Molto attento alla musica dei nostri tempi, ha avuto occasioni di collaborazione a stretto contatto con compositori come Kagel, Gubaidulina, Penderecki, Fedele e molti altri.
Con queste formazioni, e come solista, Fossi si è esibito in tutte i principali festival e stagioni italiane e, all’estero, in importanti teatri e festival in Germania, Francia, Inghilterra, Spagna, Belgio, Polonia, Ungheria, Svizzera, Stati Uniti, Brasile, Cina, Corea del Sud. Incide per Decca, Universal, Hortus, Brilliant, Nimbus, Tactus, Amadeus, Stradivarius, Unicef, Fenice Diffusione Musicale. Molto attivo anche come didatta e organizzatore, insegna pianoforte principale presso il Conservatorio di Bologna e musica da camera alla Scuola di Musica di Fiesole, di cui è stato vicepresidente.

Musica

Concerto 17 Giugno 2021

27 mag , 2021  

GS 10-10-10 TRIOMALIPIERO

Programma del Concerto del 17 Giugno 2021, Ore 20.45

Sala del Beato Enrico
BIANCADE

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Sonata in La maggiore K. 331
Andante grazioso con variazioni
Minuetto e Trio
Rondò alla Turca
John Field (1782-1837)
Notturno n. 1 in Mi bemolle maggiore
Notturno n. 2 in Do minore
Notturno n. 5 in Si bemolle maggiore
Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Sonata "La Tempesta" in Re minore Op. 31 n. 2

Largo – Allegro
Adagio
Allegretto
Giacomo Dalla Libera, Pianoforte

 

GIACOMO DALLA LIBERA

Giacomo Dalla Libera, nato nel 1979 ha studiato presso il Conservatorio “Cesare Pollini” di Padova nella classe della Prof.ssa Micaela Mingardo, diplomandosi nel 1997 con il massimo dei voti e la lode. Ha partecipato a diversi seminari e masterclass tenuti da Maestri quali Riccardo Zadra, Leonid Margarius, Aldo Ciccolini, Paul Badura-Skoda, Antonio Ballista e Konstantin Bogino.

Dal 2001 al 2005 in qualità di membro del Trio Malipiero ha frequentato l’Accademia Internazionale di Musica da Camera di Duino mentre dal 2001 al 2004 sempre con la stessa formazione segue i corsi tenuti dal Trio di Trieste presso l’Accademia Chigiana di Siena, dove ottiene per due anni consecutivi il Diploma di Merito. Si è affermato in concorsi di musica da camera nazionali ed internazionali, ottenendo tra gli altri il 1° premio al Concorso Internazionale “Città di Minerbio” (Bologna), il 1° premio alla V Rassegna nazionale biennale di trio e quartetto di Vittorio Veneto (Treviso) ed il 1° premio al Concorso Internazionale “Città di Pavia” e ha tenuto concerti sia in molte città d’Italia sia all’estero (Spagna, Slovenia, Austria, Svizzera, Gran Bretagna, Croazia, Francia, Cina). Negli anni ha collaborato con numerosi musicisti tra cui il Quartetto d’Archi di Torino, i violoncellisti Frieder Berthold e Marco Dalsass, le violiniste Laura Bortolotto e Tereza Privratska (primo violino del Jubilee String Quartet di Londra), i violisti Danilo Rossi ed Enrico Balboni, il clarinettista Corrado Orlando, la flautista Luisa Sello ed i pianisti Alberto Boischio e Sara De Ascaniis.

 

, ,

Musica

Archivio concerti, sempre Nuovi contenuti

11 dic , 2015  

ArchConc

ArchConc C0CIl nostro archivio concerti si incrementa di nuove registrazioni. Sul canale youtube Concerti Santa Maria di Castello, Biancade dedicato, trovate alcuni brani delle esecuzioni e prove eseguite presso l’antica chiesa di Santa Maria di Castello, di Biancade, Roncade in provincia di Treviso (Italy). La località è facilmente raggiungibile in quanto si trova a circa 5 Km. dal casello Treviso Sud dell’A27, località Silea. Presa la strada Trevisomare si prosegue per circa 4 km verso mare fino al primo incrocio con semaforo lampeggiante giallo per poi proseguire a sinistra  per la località di Biancade dove si trova l’antica chiesa in via Castello, laterale di via S. Antonio. L’amena località in riva al fiume Musestre, è caratterizzata dalla presenza della chiesa del 1400 con bellissimo campanile in stile romanico.

Chiesa

,